Come creare un test di livello: la seconda lezione del Mastermind

Seconda lezione del Mastermind

Dopo il post di lunedì scorso sulle attività rompighiaccio, esce oggi il post dedicato al tema della seconda lezione del mio Mastermind di settembre, un laboratorio di formazione organizzato da me e in partenza il 1 di settembre per cinque (anzi, sei!) incontri dedicati ai temi più critici dell’insegnamento di italiano per stranieri. 

La seconda lezione toccherà un argomento “scomodo” a noi insegnanti, un tema che di difficile gestione che approfondiremo insieme e per il quale troveremo finalmente una risposta concreta alla critica domanda: “Come si struttura un test di livello di italiano per stranieri?”. 

Continue reading “Come creare un test di livello: la seconda lezione del Mastermind”

Insegnare italiano per stranieri a Ca’ Foscari!

Giovedì 8 luglio mi è capitata una cosa bellissima, una cosa che difficilmente dimenticherò e che vi voglio raccontare per condividere un momento importante, regalarvi le emozioni che ho provato e ricordarvi che le cose belle accadono: basta solo crederci e impegnarsi affinché si realizzino proprio come noi le sognavamo…

Continue reading “Insegnare italiano per stranieri a Ca’ Foscari!”

Europei di calcio: le idee da usare in classe

flat screen television
Photo by JESHOOTS.com on Pexels.com

Quando guardo le partite di calcio difficilmente riesco a concentrarmi sulle azioni dei calciatori in campo: il più delle volte mi soffermo a osservare i tifosi che siedono sugli spalti, gli atteggiamenti dei giocatori verso i compagni e gli avversari e le reazioni degli allenatori.

La mia attenzione verso questi dettagli è ancora più alta quando le squadre avversarie provengono da Paesi diversi: è lì che il mio interesse si fa vivo e intenso perché è in quella gestualità che io provo a ritrovare i miei studenti.

Sì, perché in quei 90 minuti possiamo trovare moltissimi elementi utili per le nostre lezioni

Continue reading “Europei di calcio: le idee da usare in classe”

La produzione scritta facile per tutti i livelli prende spunto da emilio isgrò

L’idea di cui vi parlerò oggi è nata a seguito della lettura di un articolo interessante su Emilio Isgrò, l’artista poeta che crea i suoi componimenti cancellando le parole presenti all’interno di testi già scritti: un’idea tanto semplice quanto geniale che ho voluto replicare con i miei studenti e che vi invito a provare in classe. Credetemi, realizzare questa fantasiosa produzione scritta di italiano per stranieri è davvero semplice. Siete pronti? 

Continue reading “La produzione scritta facile per tutti i livelli prende spunto da emilio isgrò”

Idee di conversazione per l’ultima lezione di italiano

diverse classmates talking to each other after studies
Photo by Monstera on Pexels.com

Ci siamo: finalmente le vacanze si avvicinano e potremo goderci il meritat(issim)o riposo! E mentre contiamo le ore che ci separano da quel tanto agognato momento, un pensiero frequente ci accompagna alla vigilia dell’ultima lezione di italiano per stranieri: “Cosa posso ancora fare in classe?”.

Per aiutarvi a pianificare la vostra ultima lezione, ho pensato di condividere con voi alcune domande che potrete usare come spunto per un’ora di conversazione decisamente interessante (e, a tratti, emozionante). Come già saprete se mi seguite da tempo, gli spunti che leggerete sono già stati testati e approvati dai miei studenti!

Continue reading “Idee di conversazione per l’ultima lezione di italiano”

Perché ho creato il mio mastermind

Non so voi, ma io ogni mese mi ritrovo a spendere una fortuna in corsi di formazione. Mi piace imparare cose nuove, mi piace pendere dalle labbra di chi ne sa più di me e adoro prendere appunti tracciando, assorta, i primi abbozzi di idee che iniziano ad animare la mia mente: idee che mi accompagneranno anche nei giorni seguenti trovando spazio concreto nei miei progetti di vita.

Partecipare ai corsi di formazione per insegnanti mi fa “stare accesa” e immaginare di poter incontrare qualche insegnante appassionato con cui condividere idee, sogni e magari anche progetti (cosa che purtroppo, nelle tiepide aule di formazione torinesi, non capita quasi MAI) mi rende felice. 

Per questo motivo, ho creato il mio Mastermind

Continue reading “Perché ho creato il mio mastermind”

Corso di formazione per insegnanti: il mio mastermind

Questo lunedì esce un post decisamente diverso dal solito e al quale io tengo particolarmente: un post che annuncia un corso di formazione che sarà ufficialmente presentato domani all’interno di una Newsletter davvero speciale

Nella Newsletter di domani vi presenterò un evento formativo unico (e tutto preparato da me!) durante il quale potremo conoscerci personalmente, scambiarci esperienze e opinioni e fare un pezzo di strada insieme tenendoci compagnia e affrontando uniti ogni difficoltà. 

Questo grande evento di formazione, battezzato con il nome di Mastermind, avrà una durata di sei incontri e coinvolgerà solo cinque docenti a edizione: una scelta dettata dall’importanza di poter attivare un confronto diretto che ci permetta di superare i formalismi e “arrivare al dunque” della nostra pratica didattica supportandoci a vicenda. 

Non voglio anticiparvi nulla ma, se non lo avete ancora fatto, iscrivetevi alla Newsletter: sarà lì che domani riceverete il modulo di iscrizione, il programma e tutte le informazioni per partecipare… Allora, sarai dei nostri? Ti aspetto!  

Come gestire gli studenti che non vogliono scrivere

boy sitting on his desk looking angry
Photo by RODNAE Productions on Pexels.com

Vi è mai capitato di avere in classe studenti che non volessero prendere appunti a lezione? Scommetto di sì. E scommetto anche che davanti a voi si sono aperti scenari differenti, alcuni anche imbarazzanti… Ammettiamolo: chiedere a uno studente adulto di prendere appunti ci fa sentire a disagio e fare la stessa richiesta a uno studente adolescente ci tramuta inevitabilmente nell’insegnante rigido e tradizionalista che non vorremmo essere.

Eppure, prendere appunti a lezione è fondamentale, anche se alcuni studenti non ne comprendono l’importanza… Come fare? Ecco i miei consigli!

Continue reading “Come gestire gli studenti che non vogliono scrivere”

Idea per fare una produzione scritta di italiano per stranieri: Lettere Persiane

Le aveva brillantemente scritte Montesquieu per criticare le istituzioni politiche e religiose in età illuminista e qualche anno fa sono state riprese da Francesca Spinelli, Gad Lerner e Zerocalcare che hanno dato eco all’idea del filosofo e pensatore francese dando voce ai cittadini stranieri del nostro tempo, scaltri osservatori di usanze e abitudini più o meno bizzarre. 

E se chiedessimo ai nostri studenti di scrivere le loro personali Lettere Persiane? Quali ritratti farebbero di noi? Ecco la mia idea per una produzione scritta da fare in classe (in presenza o a distanza) con i vostri studenti di italiano per stranieri di livello intermedio o avanzato

Continue reading “Idea per fare una produzione scritta di italiano per stranieri: Lettere Persiane”

Produzione scritta e orale: un esercizio divertente con gli emoji

food people ball child
Photo by Ann H on Pexels.com

Gironzolando sul web, qualche giorno fa, ho trovato una risorsa interessante grazie alla quale è nata l’idea del mio post di oggi: un’idea per un’attività semplice e divertente grazie alla quale potrete fare un esercizio di produzione scritta e orale nella vostra classe di italiano per stranieri.

Continue reading “Produzione scritta e orale: un esercizio divertente con gli emoji”