Cosa compreresti con i soldi di Bill Gates? Un’idea divertente per esercitare il condizionale

Se anche voi, come me, amate fare attività divertenti e originali per mettere in pratica il modo condizionale, prendete foglio e penna perché il mio articolo di oggi fa decisamente per voi!  

Per proporre questa attività semplicissima non vi servirà altro che un dispositivo elettronico (pc, smartphone o tablet) collegato a internet e tutta la fantasia (e un pizzico di follia!)!

Continue reading “Cosa compreresti con i soldi di Bill Gates? Un’idea divertente per esercitare il condizionale”

Cosa succede in città? Un’attività per fare pratica con il presente, il passato e il futuro in italiano L2 e LS

Nonostante a Torino il clima sia tornato a essere decisamente autunnale, l’estate è ormai alle porte. Finalmente più liberi dalle restrizioni, le nostre belle città sono pronte a intrattenerci con incontri culturali, concerti, sagre e manifestazioni…

Insomma, gli eventi in programma sono così ricchi che non resta che proporre in classe un bell’esercizio (grammaticale) originale e utile!

Continue reading “Cosa succede in città? Un’attività per fare pratica con il presente, il passato e il futuro in italiano L2 e LS”

Facciamo grammatica di italiano usando gli emoticon

yellow painted eggs with various facial expressions
Photo by ROMAN ODINTSOV on Pexels.com

Telefono in mano e chat aperta: oggi parliamo di messaggini di testo ed emoticon (ma anche di grammatica di italiano e come insegnarla!).

Sugli emoticon avevo già scritto un post in passato (lo trovate qui) e oggi torno sull’argomento perché questo tema offre molti spunti che potranno tornarvi utili nelle vostre classi di italiano per stranieri. Oggi, ad esempio, parliamo dell’uso che possiamo fare degli emoticon in classe durante le attività di ripasso grammaticale. Seguitemi!

Continue reading “Facciamo grammatica di italiano usando gli emoticon”

Essere o avere: ripassiamo in classe con due cestini!

Essere o avere“Prof, noi no ricordare più niente, noi essere fame e son(n)o!”. 

Quella che avete appena letto è la frase con cui la mia classe di studenti mi ha accolta lunedì 10 gennaio, il primo giorni di ripresa delle lezioni. La mia reazione, neanche a dirlo, è stata:

ESSERE FAME E SON(N)O?!

“Ragazzi, niente paura: è normale non ricordare nulla dopo le vacanze di Natale!”, ho detto, sperando di tranquillizzare loro (e me stessa, mentre provavo a mascherare lo shock!).

Seduta alla cattedra, con i miei libri accanto, ho iniziato a guardarmi intorno e ad osservare le copertine dei nostri manuali didattici. Gli esercizi contenuti all’interno erano già stati per la maggior parte svolti e la “pigrizia da rientro” era ben visibile negli occhi dei miei alunni, ancora assonnati da una sveglia che per troppo tempo era rimasta spente… Cosa fare allora?

Mi sono guardata attorno e l’unica cosa utile che avrei potuto utilizzare erano i due cestini posti in classe. Guardo al loro interno: vuoti…

Continue reading “Essere o avere: ripassiamo in classe con due cestini!”

Un gioco di carte per ripassare il participio passato

SnapQualche tempo fa stavo guardando un film americano e in una scena i personaggi del film stavano giocando a “Snap!.

Se non lo conoscete, “Snap!” è quel gioco di carte in cui i giocatori devono impossessarsi delle carte dei compagni gridando per primi “Snap!” alla vista di due carte aventi lo stesso valore… Potremmo definirlo una sorta di “Rubamazzetto” italiano (solo più veloce e decisamente più divertente!).

Essendo il gioco preferito dalle famiglie, ci sono molte varianti e innumerevoli eccezioni alle regole, ma la versione alla quale ho pensato io, ci scommetto, piacerà sicuramente anche a voi insegnanti di italiano L2 o LS

Continue reading “Un gioco di carte per ripassare il participio passato”

Zona rossa, arancione e gialla: usiamo i decreti per fare esercizio con i modali

Oggi vi propongo un esercizio che ha avuto un valore sociale e comunitario, oltre che linguistico. Sì, perché il susseguirsi di Decreti ha generato nei miei alunni confusione: incertezze e domande alle quali abbiamo scelto di rispondere insieme, anche grazie all’aiuto dei modali.

Ecco allora un’attività semplice che ho proposto in classe e che potrete sfruttare anche voi fin da subito. 

Continue reading “Zona rossa, arancione e gialla: usiamo i decreti per fare esercizio con i modali”

Esercizio sul futuro semplice: progettiamo un viaggio!

In questo periodo storico in cui è proibito spostarsi liberamente all’interno e fuori dal proprio Paese, parlare di viaggi sembra, ed effettivamente è, utopistico. Se lo spostamento fisico non è permesso, nulla vieta di viaggiare almeno con la fantasia sognando di non avere limiti né imposizioni. Per praticare il futuro semplice con i miei studenti e permettere loro di sognare un po’, ho portato in classe questa attività semplice ma efficace, perfetta per tutte le tipologie di studenti. Vediamola insieme!

Continue reading “Esercizio sul futuro semplice: progettiamo un viaggio!”

Esercizio per il futuro semplice: facciamo i tarocchi

Questa attività ha avuto così tanto successo con i miei studenti che non potevo non proporvela! L’idea mi è venuta in classe, durante una lezione dedicata al futuro: un argomento grammaticale che generalmente non dà troppi problemi di comprensione o di uso da parte degli studenti stranieri e che si presta bene a moltissime attività, anche ludiche. 

L’attività che vi presento oggi è di approccio ludico ed è perfetta per una classe affiatata e aperta a ogni tipo di proposta didattica, comprese quelle meno convenzionali! Siete pronti a stupire i vostri studenti? Seguitemi!

Continue reading “Esercizio per il futuro semplice: facciamo i tarocchi”

Insegnare la grammatica: spiegare ci e ne a studenti stranieri

woman in gray tank top shouting

L’articolo della scorsa settimana dedicato agli argomenti grammaticali più odiati dagli studenti stranieri ha avuto un grandissimo successo e, a seguito della lettura di quel post, tanti mi hanno chiesto di dedicare il nuovo articolo del lunedì a un altro tema grammaticale scottante che ci fa disperare e sudare sette camicie (la ragazza in copertina ne sa qualcosa!): la spiegazione dei pronomi “ci” e “ne”

Come affrontare questi pronomi a lezione? Quanto tempo dedicare alla spiegazione e agli esercizi per facilitarne l’apprendimento? Armiamoci di coraggio, pazienza e vediamo insieme come aiutare i nostri studenti senza impazzire! 

Continue reading “Insegnare la grammatica: spiegare ci e ne a studenti stranieri”

Insegnare la grammatica: gli argomenti che i nostri studenti odiano

woman leaning on table
Photo by Andrea Piacquadio on Pexels.com

Facendo questo lavoro da undici anni, ormai so quando è nell’aria quell’argomento o quegli argomenti grammaticali che gli studenti stranieri odiano. Pur non sentendolo dire apertamente, è sufficiente stare in classe con loro per comprendere quando un argomento grammaticale non è apprezzato: l’atmosfera della classe è densa di sconforto e nervosismo, in sottofondo si sentono sbuffi e sospiri e mai come in questa lezione gli studenti consultano l’orologio appeso in classe. Nella loro mente c’è un unico e solo pensiero: “Non lo capirò mai!”.

Ma quali sono questi maledetti argomenti grammaticali che tanto spaventano e annoiano i nostri studenti? E soprattutto, come possiamo risolvere il problema

Continue reading “Insegnare la grammatica: gli argomenti che i nostri studenti odiano”