Essere o avere: ripassiamo in classe con due cestini!

Essere o avere“Prof, noi no ricordare più niente, noi essere fame e son(n)o!”. 

Quella che avete appena letto è la frase con cui la mia classe di studenti mi ha accolta lunedì 10 gennaio, il primo giorni di ripresa delle lezioni. La mia reazione, neanche a dirlo, è stata:

ESSERE FAME E SON(N)O?!

“Ragazzi, niente paura: è normale non ricordare nulla dopo le vacanze di Natale!”, ho detto, sperando di tranquillizzare loro (e me stessa, mentre provavo a mascherare lo shock!).

Seduta alla cattedra, con i miei libri accanto, ho iniziato a guardarmi intorno e ad osservare le copertine dei nostri manuali didattici. Gli esercizi contenuti all’interno erano già stati per la maggior parte svolti e la “pigrizia da rientro” era ben visibile negli occhi dei miei alunni, ancora assonnati da una sveglia che per troppo tempo era rimasta spente… Cosa fare allora?

Mi sono guardata attorno e l’unica cosa utile che avrei potuto utilizzare erano i due cestini posti in classe. Guardo al loro interno: vuoti…

Continue reading “Essere o avere: ripassiamo in classe con due cestini!”

Come fare conversazione in classe: partecipa al mio webinar!

Quante volte abbiamo sentito frasi come “Io voglio solo fare conversazione”? Quante volte di fronte a studenti che volevano solo “chiacchierare” abbiamo pensato, con forte sconforto, che non avremmo mai cavato un ragno da un buco? Quante volte abbiamo accontentato i nostri studenti allergici alla grammatica pur di non perderli provando comunque a inserire pillole di morfologia e sintassi in ogni nostra lezione? 

Se avete trovato le mie domande familiari, tirate un respiro di sollievo perché il 28 dicembre si terrà il mio webinar tutto dedicato alla conversazione in classe! 

Continue reading “Come fare conversazione in classe: partecipa al mio webinar!”

Come insegnare italiano per stranieri: sfatiamo i luoghi comuni

Ogni giorno ricevo, e leggo con piacere, molte e-mail in cui mi si chiedono consigli per diventare insegnanti di italiano per stranieri. Ritrovandomi molto in quelle domande e preoccupazioni, e ricordando il mio esordio come se fosse ieri, rispondo sempre con piacere a tutte le vostre e-mail. 

Le domande e i dubbi che leggo sono tutti leciti e validi: alcuni sono dettati dalla paura, altri dall’insicurezza ma molti lasciano emergere convinzioni radicate che, forse, a questo punto, conviene davvero sfatare… E qualche occasione migliore per farlo in questo post?

Continue reading “Come insegnare italiano per stranieri: sfatiamo i luoghi comuni”

Un esercizio di produzione orale… di fine estate!

man standing on seashore
Photo by Yogendra Singh on Pexels.com

Qualche giorno fa ho ripreso le mie lezioni (in presenza e on line) con i miei studenti adolescenti stranieri. In realtà (devo ammetterlo), durante questa estate non ho mai smesso di fare lezione: dalla fine della scuola ad oggi, ho sempre fatto il possibile per continuare a insegnare e tenere i contatti con i miei alunni già frequentanti e, al tempo stesso, iniziare a conoscere i nuovi studenti… E se negli occhi di alcuni ho letto entusiasmo, gioia e curiosità, negli occhi di altri… Beh, potrei ammettere di aver trovato tutt’altro sentimento!

Proprio per gli studenti meno entusiasti è pensata questa idea per una produzione orale di fine estate!

Continue reading “Un esercizio di produzione orale… di fine estate!”

Ultima chiamata per il mio mastermind

Il Mastermind finalmente partirà l’8 settembre e io sono super emozionata e impaziente! Tutto è pronto, i materiali per le lezioni sono già stati scritti, le parti laboratoriali sono pronte per essere riempite di idee, i partecipanti ci sono e sono fantastici e io ho un’ultima, buonissima notizia per te che mi stai laggendo: c’è ancora qualche posticino disponibile! Continue reading “Ultima chiamata per il mio mastermind”

I dubbi degli insegnanti: la sesta lezione del Mastermind

Eccoci all’ultimo appuntamento dedicato al mio Mastermind di Settembre 2021!

Dopo avervi presentato, uno per uno, i cinque temi protagonisti del mio Mastermind, ecco un assaggio di ciò che faremo insieme durante la sesta e ultima lezione del mio laboratorio per insegnanti curiosi, creativi e appassionati… Siete pronti? Seguitemi!

Continue reading “I dubbi degli insegnanti: la sesta lezione del Mastermind”

Come dare e ricevere un feedback: quinta lezione del mastermind

Per anni (soprattutto agli esordi della mia carriera), la parola “feedback” mi ha fatta tremare.

Da studentessa, avevo paura di “ferire” gli insegnanti che chiedevano un parere sul loro operato; da insegnante, poche volte sono riuscita a scindere il personale dal lavorativo e prendevo decisamente troppo seriamente ogni opinione e suggerimento… Bastava un commento come “Mi piacerebbe fare più attività di conversazione” per farmi pensare di essere indegna per il mio ruolo… Che ansia, eh?!

Eppure, la parola “feedback” deriva dal verbo inglese “to feed”, cioè nutrire. E il verbo “nutrire” in italiano non porta con sé accezione negativa…  

Continue reading “Come dare e ricevere un feedback: quinta lezione del mastermind”

Come rompere il ghiaccio in classe: la prima lezione del Mastermind

Prima lezione del MastermindÈ il primo giorno di lezione, vi hanno affidato una nuova classe di studenti e siete indecisi: è meglio proporre un test di ingresso o presentarsi alla classe e lasciare che ogni studente si presenti ai propri compagni? È più utile fare una presentazione del vostro corso o sarebbe più incisivo iniziare già a spiegare? 

Aiuto! Come rompo il ghiaccio con i miei studenti?! 
Continue reading “Come rompere il ghiaccio in classe: la prima lezione del Mastermind”

Insegnare italiano per stranieri a Ca’ Foscari!

Giovedì 8 luglio mi è capitata una cosa bellissima, una cosa che difficilmente dimenticherò e che vi voglio raccontare per condividere un momento importante, regalarvi le emozioni che ho provato e ricordarvi che le cose belle accadono: basta solo crederci e impegnarsi affinché si realizzino proprio come noi le sognavamo…

Continue reading “Insegnare italiano per stranieri a Ca’ Foscari!”