Fare un trasloco (di parole) per ripassare i campi semantici

Data di pubblicazione: 02 Mag 2022

Lo ammetto: il post di oggi è stato altamente influenzato dalla mia attuale situazione personale! Eh sì, come avrete intuito dal titolo, nelle ultime settimane (e nei prossimi secoli dei secoli, amen) sono stata impegnata a tentare di inscatolare una valanga di cose: vestiti invernali, oggetti che sono sopravvissuti in questi anni di permanenza nella casa attuale e che vorrei mi seguissero anche in quella futura e, soprattutto, una quantità incredibile di libri, appunti, quaderni e post it colorati (scritti e non).  

Insomma, ho fatto talmente tante scatole che, proprio mentre ne sollevavo una, ho pensato di creare un’attività didattica per ripassare i campi semantici! Siete curiosi? Dai, seguitemi! 

L’attività alla quale ho pensato può essere proposta a qualsiasi livello di competenza poiché è altamente personalizzabile dal docente che, a seconda delle competenze lessicali dei propri alunni, può decidere su quali contenuti può fare leva per gestire l’attività di ripasso dei campi semantici. 

Un esempio?

Se avete appena affrontato in classe una unità didattica dedicata alla casa, prendete una scatola (ne basterà una piccola) e chiedete ai vostri studenti di scrivere su un foglietto tutte le parole che vi vengono in mente relative all’input che avete lanciato. Tra le parole relative all’input potranno scrivere, come da immagine, “villa”, “appartamento”, “condominio”, “attico”, ecc.

Il trasloco delle parole può anche coinvolgere le forme verbali (ad esempio, potete chiedere loro di fare il trasloco dei verbi della prima coniugazione, dei verbi di movimento, dei verbi relativi allo stato in luogo, dei verbi che vogliono l’ausiliare essere nei tempi composti, ecc).  

E dopo? 

Quando avrete terminato di riempire le scatole, chiedete ai vostri studenti di creare un’etichetta con il nome del campo lessicale e di posare la scatola nel luogo che preferiscono (a patto però che sia raggiungibile!). 

La scatola, infatti, dovrà essere aperta quando affronterete in classe un campo semantico simile a quello già affrontato in modo da essere ripassato e arricchito di nuovi spunti in modo divertente e giocoso! 

Allora, vi è piaciuta l’idea? Scrivetemi per farmi sapere se avete provato l’attività e buon trasloco a tutti!

illustrazione matita

Articoli correlati

Come aiutare lo studente insicuro a parlare?

Come aiutare lo studente insicuro a parlare?

A prima vista può sembrare uno studente capace e sicuro di sé ma quando proponiamo attività di produzione orale o conversazione si blocca e non riesce a partecipare come vorrebbe…

Come aiutare lo studente insicuro a parlare? Ve ne parlo nel mio blog post di oggi!

Se ti sono stata di aiuto offrimi un caffè 🙂

Giada Aramu

Giada Aramu

Mi presento: mi chiamo Giada e insegno italiano per stranieri (con passione!) dal 2010. Nel 2019 ho creato un blog dedicato a questo meraviglioso lavoro e, da allora, investo a profusione energia, esperienza e creatività per regalarti le mie idee e aiutarti a organizzare il tuo lavoro in aula. Leggi di più

4 Commenti

  1. Avatar

    Buongiorno, quando sarà il prossimo webinar? Grazie per la tua insegnanza.

    Rispondi
  2. Avatar

    Quest’idea è veramente utile per la mia ” classe”…. grazie Giada
    buon trasloco! Giusi

    Rispondi
    • Giada Aramu

      Grazie a te Giusi! Sono contenta che ti sia piaciuta! 🙂

      Rispondi
    • Giada Aramu

      Come sei gentile, cara Giusi! Sono contenta che l’attività ti sia piaciuta!

      Ps. Grazie! 😊

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *