Appunti a tempo: una strategia didattica per favorire la presa degli appunti in classe

Data di pubblicazione: 29 Apr 2024

Vi siete mai chiesti come tenere alta l’attenzione degli studenti, capire se stanno seguendo la lezione e, allo stesso tempo, convincerli a prendere gli appunti essenziali per fermare i concetti più importanti di ciò che abbiamo insegnato loro?

Io me lo sono chiesto molte volte e oggi voglio presentarvi un’idea che ho usato nelle ultime lezioni e che sta dando ottimi risultati… Seguitemi per scoprire come portare in classe la tecnica degli “appunti a tempo”!

La tecnica degli “appunti a tempo” (il nome l’ho inventato io, spero vi piaccia 😅) è un modo informale e divertente per portare l’attenzione dei vostri studenti sui punti focali della vostra lezione e appuntarli su carta (o device elettronico, a seconda delle loro preferenze) affinché restino anche nella memoria (e nel tempo, per ripassare più facilmente!).

Ci sono vari modi per metterla in pratica e io vi presenterò quelli che ho usato in classe con i miei studenti.

Durante la lezione

  • Fermate la lezione a intervalli regolari e chiedete agli studenti di annotare i concetti chiave, le domande che hanno o qualsiasi altro punto susciti il loro interesse. Date loro due o cinque minuti, a seconda della quantità di concetti importanti che avrete spiegato;
  • Trascorsi i minuti assegnati per la presa degli appunti, chiedete agli studenti di condividere con i loro compagni ciò che hanno scritto (o solo con voi, se insegnate in un contesto 1:1);
  • Questo momento di condivisione è molto importante in quanto gli studenti avranno modo di cogliere eventuali elementi che loro non avevano capito o riascoltare i concetti fondamentali con parole più semplici. Questo momento di condivisione è importante anche per noi docenti in quanto potremo chiarire ai nostri studenti eventuali dubbi, correggere imprecisioni o valutare la comprensione dei concetti spiegati (e osservare le preziose dinamiche di classe).

A fine lezione

Se invece preferite non interrompere la vostra spiegazione, rimandate la pratica degli “appunti a tempo” alla fine della lezione. Per farlo, dovrete prima aver “spezzettato” idealmente la vostra lezione in più parti affinché possiate dare indicazioni precise ai vostri studenti. Un esempio? Se avete appena spiegato i possessivi, date le seguenti istruzioni (con timer o clessidra alla mano):

  • Elencate in due minuti tutti i possessivi che vi ricordate;
  • In un minuto confrontate con il compagno di corso più vicino i possessivi che avete scritto e completate i vostri appunti;
  • Avete 30 secondi per scrivere una frase di esempio usando un aggettivo possessivo a vostra scelta;
  • Avete 30 secondi per scrivere una frase di esempio usando un pronome possessivo a vostra scelta;
  • Ricordate la regola dell’articolo con i possessivi? Scrivetela in 4 minuti e poi confrontatevi con il vostro compagno di corso più vicino;
  • Scrivete due frasi di esempio (con e senza articolo) per ricordare la regola

L’uso del tempo (ridotto!) renderà l’attività meno noiosa e più attiva coinvolgendo davvero i vostri studenti, sia nel lavoro individuale che di gruppo!

Io la sto già usando e sta funzionando! Ora tocca a voi! Attendo un vostro feedback: ci tengo tanto, lo sapete!

illustrazione matita

Articoli correlati

Se ti sono stata di aiuto offrimi un caffè 🙂

Giada Aramu

Giada Aramu

Mi presento: mi chiamo Giada e insegno italiano per stranieri (con passione!) dal 2010. Nel 2019 ho creato un blog dedicato a questo meraviglioso lavoro e, da allora, investo a profusione energia, esperienza e creatività per regalarti le mie idee e aiutarti a organizzare il tuo lavoro in aula. Leggi di più

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *