Fare conversazione in classe con la lista di parole

multiracial female students studying and talking outside

Vi è mai capitato di avere in classe studenti bravissimi nello svolgere esercizi scritti ma in seria difficoltà durante le attività di conversazione? Se la risposta è sì, sappiate che è normalissimo, che non è colpa vostra e che soprattutto… C’è una soluzione! Sì, perché svolgere attività di conversazione in italiano L2 (soprattutto se stanno imparando in un contesto di apprendimento di italiano LS) non è mai una cosa semplice. Per quanto possiamo credere che gli studenti abbiano raggiunto un certo livello di competenza linguistica, l’espressione orale darà comunque del filo da torcere, soprattutto quando sarà loro chiesto di esprimersi liberamente in italiano.

Come aiutarli quindi nell’esposizione orale senza togliere loro la soddisfazione di avercela fatta da soli? Seguitemi! 

Una delle strategie che spesso attuo con i miei studenti più deboli nella produzione orale è quella di offrire loro un supporto lessicale e verbale: in questo modo, oltre a sostenere la loro performance linguistica, rafforzo concretamente anche la relazione di fiducia tra insegnante e studente che è alla base di qualsiasi fruttuoso dialogo didattico. 

Il consiglio che offro a tutti coloro che mi scrivono per trovare una soluzione a questo problema è quello di programmare con anticipo l’argomento di conversazione. Scegliete un argomento di conversazione che pensate possa essere di loro interesse oppure, se non conoscete abbastanza i vostri studenti da poter decidere da soli, chiedete loro di scegliere un tema che vorrebbero affrontare con voi. In seguito, fate qualche ricerca a casa. 

COME PREPARARE LA SCHEDA DI CONVERSAZIONE

Quando avrete tutti gli elementi utili, preparate la scheda per la conversazione. Scegliete una bella immagine che accompagni il tema scelto e disegnate alcune caselle vuote all’interno delle quali organizzare il lessico utile. Inserite una casella vuota per il lessico, una per i verbi, una per gli aggettivi. Inserite voi alcuni spunti e lasciate dello spazio libero per far sì che i vostri studenti possano inserire annotazioni varie (anche nella loro lingua). Avere uno spazio libero da poter sfruttare come desiderano è inoltre molto utile per promuovere la loro autonomia nell’apprendimento linguistico. 

Quando avrete terminato di preparare la scheda, stampatene una per ogni studente e portatele in classe (o inviatela loro tramite e-mail in un formato modificabile, se lavorate in DaD). Portate l’attenzione sull’immagine che avete scelto e fate con loro un po’ di brainstorming iniziale per fare in modo che riprendano il lessico già noto; in seguito, offrite il lessico nuovo e necessario al tema di conversazione. Se preferite, lasciate alla classe del tempo per lavorare in autonomia (o a gruppi) e poi passate insieme alla fase di correzione di quanto avranno scritto. 

Dopo la compilazione della scheda, avviate la conversazione sul tema proposto e lasciate che gli studenti parlino liberamente tenendo la scheda davanti a sé e consultandola quando necessario. Fate in modo che utilizzino la maggior parte dei termini presenti sulla scheda così che ciò che hanno ripreso (e appreso!) non resti solo su carta.  

Uso da tempo la scheda della conversazione e i miei studenti ne sono davvero soddisfatti! Se vuoi provarla anche tu ma non hai tempo per prepararne una o avresti bisogno di un aiuto per impostarla…

Iscriviti alla mia Newsletter: il 1 marzo ti regalerò via e-mail un template già pronto che potrai utilizzare!

 

Published by

One thought on “Fare conversazione in classe con la lista di parole

  1. ciao Giada! posso avere il template anche se mi sono iscritta oggi, quindi riceverò la prima newsletter ad aprile? grazie!

Rispondi